back to all posts

Michelin Energy Saver

Published in a-ruota-libera by Max Favilli, 0

Presentato per la prima volta al Salone Internazionale di Ginevra nel Marzo 2008 Michelin Energy Saver è stato il pioniere della nuova generazione di pneumatici eco-friendly. Il nome integra ed esprime la missione di un pneumatico dedicato a migliorare la mobilità degli automobilisti generando risparmi sui costi e contribuendo a proteggere l’ambiente.

Al suo debutto Michelin Energy Saver presentava delle cifre impressionanti per l’epoca, un risparmio di carburante di circa 0,2 litri per 100 km ed una riduzione delle emissioni di CO2 di 4g per km.

Michelin Energy Saver possiede anche altri punti di forza. Una maggiore longevità e spazi di frenata contenuti. Numeri e prestazioni che hanno portato negli anni numerosi produttori automobilistici ad adottarlo come primo equipaggiamento per le proprie vetture. Da Peugeot a Mercedes-Benz, passando per Volvo, Fiat, Renault e Toyota.

Energy Saver risponde alle esigenze degli automobilisti

Il focus strategico a lungo termine del Gruppo Michelin è ben riassunto nella linea Energy Saver. Attento alle preoccupazioni di automobilisti Michelin progetta e sviluppa pneumatici per soddisfare le loro aspettative. Secondo un sondaggio condotto da Research International, le preoccupazioni dei consumatori circa i pneumatici possono essere suddivisi in tre aree principali di prestazione:

  1. Il primo e più importante è la sicurezza. I consumatori vogliono un pneumatico che offre una sicurezza ottimale in ogni condizione di guida.
  2. Il secondo è la longevità. Tra le persone insoddisfatte con i loro pneumatici, il 72% ritiene che i loro pneumatici si consumano troppo in fretta.
  3. La terza aspettativa ha a che fare con il consumo di carburante, con il 58% delle persone intervistate interessate a soluzioni tecnologiche in grado di migliorare l’efficienza energetica della propria auto.

Queste aspettative sono semplici e chiare, ma il problema è un altro. Per soddisfarle, i produttori devono progettare un pneumatico che offre prestazioni eccezionali in tre diverse aree di sicurezza, longevità ed efficienza del carburante.

Michelin Energy Saver Etichetta EuropeaRidurre il consumo di carburante aumentando in modo significativo la vita del battistrada ha senso solo non sacrificando le prestazioni di sicurezza del pneumatico. Michelin Energy Saver riesce a centrare tutti e tre gli obiettivi, riduce la quantità di carburante consumato, dura più a lungo e riduce la distanza necessaria per arrestare completamente il veicolo.

Le statistiche sugli incidenti hanno dimostrato che la maggior parte degli incidenti gravi in ??Europa si verificano in condizioni di pioggia. È per questo che la Michelin ha progettato Energy Saver per offrire la massima aderenza sul bagnato per tutta la vita del pneumatico.

Nei test su fondo bagnato effettuati dal tedesco TÜV SÜD Automotive, una vettura equipaggiata con Michelin Energy Saver che procede ad 80 km/h ha una distanza di frenata fino a tre metri inferiore rispetto allo stesso veicolo equipaggiato con pneumatici della precedente generazione.

Michelin = 600M di euro l’anno in ricerca e sviluppo

Il raggiungimento di questi risultati ha richiesto una spesa in ricerca e sviluppo senza precedenti. Michelin spende quasi 600 milioni di € l’anno per il suo Technology Center, dove la riduzione dell’impatto ambientale di tutti i suoi pneumatici in tutte le linee di prodotti è una priorità assoluta.

Nel corso della sua storia, la Michelin ha sempre concentrata sulla progettazione di pneumatici con il minor impatto ambientale possibile.

Due importanti innovazioni sviluppate da Michelin attestano questo impegno. Il primo è stato il pneumatico radiale, inventato nel 1946, che ha contribuito a migliorare le prestazioni degli pneumatici in una serie di settori diversi. Uno dei miglioramenti era una forte riduzione della resistenza al rotolamento che ha portato alla riduzione dei consumi. Poi, nel 1992, Michelin divenne primo costruttore di pneumatici al mondo ad integrare silice in composti di gomma, abilitando un altro significativa riduzione dell’energia necessaria per spingere i veicoli su cui sono stati montati i pneumatici.

Queste innovazioni hanno lanciato il concetto del pneumatico “verde”, capace di ridurre il consumo di carburante e, di conseguenza, le emissioni di CO2.

Michelin è concentrata sulla resistenza al rotolamento perché, contrariamente a quanto comunemente si crede, un pneumatico ha il maggiore impatto ambientale (fino al 86%) quando è in uso su strada, non durante la fabbricazione o lo smaltimento a fine vita.

Riferimenti

Pagina ufficiale di Michelin Energy Saver + sul sito del produttore Michelin: link.

Partecipa alla discussione

OPPURE
{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!