back to all posts

Adesso che Pirelli è cinese, cosa cambia?

Published in a-ruota-libera by Max Favilli, 0

Il CEO di Pirelli Marco Tronchetti Provera ha parlato ai dipendenti oggi dichiarando che l’accordo di partnership con ChemChina “può solo portare beneficio” alle fabbriche di Pirelli ed ai livelli di occupazione.

ChemChina ha stipulato un accordo con Pirelli SpA, accettando di acquistare il 26,2% del capitale di Camfin di Pirelli. Camfin è il più grande azionista di Pirelli.

L’accordo, che si dovrebbe perfezionare durante l’estate, darà a ChemChina il controllo della società italiana e l’accesso alla tecnologia di Pirelli per espandere la presenza del produttore italiano in Cina.

“L’accordo con i cinesi non avrà alcun impatto sull’occupazione”, ha detto Provera. “In realtà un partner come ChemChina è per l’azienda l’occasione di diventare più grande e di avere una penetrazione più efficace del mercato asiatico.”

Provera ha detto ai dipendenti che il partner cinese “non ha alcuna intenzione, come si può vedere sia negli accordi che nelle clausole dello Statuto sociale, di interferire nella gestione operativa del gruppo.”

Tronchetti Provera“La sede e la Ricerca & Sviluppo saranno mantenuti in Italia”, ha detto Provera. “Le tecnologie non possono essere ceduti a terzi. Cambiare queste regole richiederebbe un voto del 90% dell’assemblea degli azionisti.
Tutte le proposte sulla gestione, le strategie e la scelta dei dirigenti è di esclusiva responsabilità del Direttore Generale di Pirelli e possono essere respinte solo dal Consiglio nei casi in cui si possa dimostrare che le proposte non sono nell’interesse di Pirelli “.

Nel complesso, ha detto Provera ai dipendenti che l’ingresso di un nuovo azionista è “solo un beneficio” per la società.

“I partner cinesi apprezzano la nostra capacità di produzione di pneumatici di altissima qualità e le nostre fabbriche, che sono all’avanguardia a livello mondiale”, ha detto Provera. “Questi sono i punti di forza, in cui continueremo ad investire perché ci permetteranno di mantenere la nostra leadership nel segmento di prestigio e di essere tra i produttori leader nel segmento premium.”

Partecipa alla discussione

OPPURE
{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!