back to all posts

Polstrada promette 10.000 controlli sui pneumatici nelle prossime settimane

Published in a-ruota-libera by Max Favilli, (edited on 08/05/2017 ) 0

Lo scorso 20 aprile, è tornata l’operazione Vacanze Sicure. Si tratta di un’operazione con la quale Assogomma, Federpneus e la polizia stradale intendono sensibilizzare i guidatori sulle corrette condizioni degli pneumatici.

Giunta alla sua quattordicesima edizione, si tratta di un’iniziativa che mira ad incentivare una manutenzione costante delle gomme della propria vettura. Andrà avanti fino al prossimo 5 giugno e prevede un totale di oltre diecimila controlli, tutti basati sulla piena funzionalità degli pneumatici. Sei sono le regioni italiane coinvolte in maniera diretta nell’operazione. Stiamo parlando di Trentino-Alto Edige, Emilia-Romagna, Sardegna, Puglia, Calabria e Sicilia. Non si escludono tuttavia controlli in altre zone dello Stivale e la Polstrada si riserva di intervenire in ogni caso per garantire una circolazione all’insegna della massima tranquillità.

In pratica, si tratta di circa un mese e mezzo durante il quale le ruote di ciascuna vettura vengono letteralmente passate ai raggi X e analizzate in ogni loro singola caratteristica. Si conta che nel corso di quest’anno si potranno oltrepassare i 150 mila controlli totali fin dall’inizio di Vacanze Sicure. Numeri davvero molto interessanti e destinati a crescere col passare degli anni. Negli ultimi tempi, le infrazioni sono diminuite in maniera sensibile anche grazie a controlli più consapevoli e mirati.

La tipologia di inconveniente che si verifica più spesso riguarda sicuramente quella delle gomme lisce, ossia degli pneumatici con uno stato di usura avanzata. La particolare classifica vede in seconda piazza le gomme danneggiate, seguite da quelle che non rispettano la carta di circolazione e dagli pneumatici senza omologazione. A tutte queste preoccupazioni, bisogna aggiungere quelle derivanti da una sede stradale poco consona ad un paese civile, con buche in ogni angolo dell’asfalto. Queste ultime causano tagli, ernie e sgonfiamenti anche piuttosto grossolani e c’è davvero da preoccuparsi.

Un’altra netta preoccupazione deriva dalla scelta di numerosi guidatori di percorrere anche lunghi tragitti con gomme danneggiate, o peggio ancora con vetture non omologate. Vacanze Sicure mira da ormai 14 anni a contrastare anche questo tramite un netto incitamento alla prevenzione e all’informazione. L’obiettivo principale è quello di far agire gli automobilisti nel segno della legalità e dell’impegno massimo per ridurre al minimo ogni rischio.

Molto importante è anche il controllo della pressione degli pneumatici. Una misura molto spesso sottovalutata, ma fondamentale per una guidabilità ideale. Come afferma il direttore di Assogomma Fabio Bertolotti, più di un conducente su due si mette alla guida con gomme poco gonfie. Un rischio troppo grande, dato che la frenata e la sterzata diventano irregolari e i consumi di carburante crescono in misura sensibile. In tali casi, quando la manutenzione ed eventuali riparazioni non bastano più, non si può fare altro che procedere alla sostituzione delle gomme danneggiate o usurate.

I risultati di questo lungo test saranno analizzati nel prossimo mese di luglio dal Politecnico di Torino. Nel frattempo, fino al 15 maggio, ognuno dei proprietari di vetture dovrà cambiare le gomme invernali con quelle estive, attenendosi alla legge in vigore.

Partecipa alla discussione

OPPURE
{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!